UNA REGIONE
+ INNOVATIVA

Asse 1 Azione 1.1.4

Ri-Leather - Nuovo sviluppo di prodotti e processi per la Riduzione, il Riciclo e il Riutilizzo degli scarti della lavorazione della pelle

Gli obiettivi del progetto erano l’introduzione di innovativi prodotti e processi di lavorazione conciaria, nella fase di depilazione/calcinaio e riconcia, al fine di ridurre l’impatto ambientale sfruttando i principi dell’economia circolare. Nel calcinaio gli scopi della sperimentazione erano:

  1. Migliorare la qualità del refluo associato alla lavorazione di riviera (COD, Solidi sospesi, TKN) e, di conseguenza, anche la riduzione dei fanghi di depurazione del refluo stesso.
  2. Riduzione consistente delle sostanze maleodoranti, inquinanti o pericolose come i solfuri.
  3. Riutilizzo del pelo integro per la realizzazione di nuovi materiali e manufatti tecnici come materiali per la bioedilizia, indumenti di protezione, o geotessili compostabili dalle proprietà distintive, come, atossicità, idrorepellenza, fonoassorbenza, isolante termico, resistenza alla propagazione della fiamma, biodegradabilità.

Attraverso un sistema di depilazione non riduttivo e in assenza di solfuro i risultati hanno prodotto pelli secondo i requisiti richiesti di pulizia e distensione, oltre ad un ridotto carico inquinante grazie al minor contenuto di sostanza organica derivante dalla degradazione del pelo nei reflui destinati alla depurazione. Il nuovo sistema di depilazione biochimica, filtrazione e separazione ha permesso di ottenere un pelo praticamente intatto, pulito e privo di sostanze pericolose che potenzialmente può essere configurato come sottoprodotto di origine animale e non più come rifiuto. La sperimentazione ha generato nuovi prodotti come tessuti non tessuti e addirittura filati in miscela con altre fibre naturali, come la lana.
Gli stessi principi di economia circolare sono stati applicati nella fase di riconcia, laddove gli obiettivi raggiunti sono:

  1. Riciclo dei residui (rifili e rasature) della pelle conciata wet white negli stessi processi di riconcia, per mezzo di un’estrazione chimica ed enzimatica degli idrolizzati proteici e il loro impiego in riconcia tal quali, o funzionalizzati chimicamente.
  2. Messa a punto di un sistema produttivo per i nuovi prodotti riconcianti a base di idrolizzati proteici
  3. Riduzione dell’utilizzo di sostanze pericolose nel processo di riconcia, specialmente nelle riconce wet white.
  4. Valorizzazione di pelli riconciate con i nuovi prodotti in termini di aumento delle proprietà organolettiche delle pelli finite, come il tatto, la brillantezza, l’intensità e l’omogeneità del colore.

Il progetto è finanziato con il POR FESR 2014-2020 della Regione Veneto e inserito nell'asse 1 "Ricerca, sviluppo tecnologico ed innovazione", azione 1.1.4 "Sostegno alle attività collaborative di R&S per lo sviluppo di nuove tecnologie sostenibili, di nuovi prodotti e servizi".
Il contributo concesso è pari a 70.826,25 euro.

por


por